Diritto && Tecnologia

Approfondimenti ed aggiornamenti su diritto e tecnologia.
Domenica, 26 Aprile 2020 23:19

Perché scegliere un avvocato online? Il punto di vista di un avvocato.

Scritto da
Avvocati ed Internet Immagine da Opensource.com

Se stai leggendo questo articolo è perché probabilmente sei alle prese con delle problematiche di natura legale e magari cerchi una soluzione su Internet. Magari hai anche trovato delle risposte date da avvocati online che ti sembrano seri e preparati, che hai la possibilità di contattare per conferire l’incarico e avere così finalmente una risposta mirata al tuo caso specifico, anche in tempi brevi; ma hai dei dubbi. Insomma, posso davvero trovare un bravo avvocato online?

C’è da ammettere che il binomio avvocato online suscita ancora perplessità, tra i clienti e talvolta tra gli stessi avvocati; hanno un fondamento o sono da attribuire solo a pregiudizi o alla poca dimestichezza con internet? Andiamo per ordine.

Avvocati online e limiti deontologici

Devi sapere che l’Avvocatura stessa è ancora piuttosto scettica sull’uso di strumenti quali social media e internet, in parte per un retaggio culturale che vede l’Avvocato ancorato a cliché ormai antiquati (ammettiamolo), in parte per gli obblighi deontologici imposti (correttamente) dal nostro Ordine professionale. Tutto ciò limita il raggio di azione dell’avvocato online, al punto da indurre qualcuno a ritenere problematica o comunque poco utile l’attività che l’avvocato svolge su internet.

Tra i limiti deontologici dell’avvocato online, vi è il divieto di esporre prezzi o listini, proporre al pubblico sconti; inoltre, l’avvocato non può acquisire la tua e-mail per mandarti offerte commerciali.

All’avvocato è però consentita un’attività, direi molto importante, la cui utilità è amplificata dalla pervasività di Internet: l’Avvocato può divulgare informazioni!

Avvocati ed informazione giuridica online

La possibilità per gli avvocati di divulgare informazioni giuridiche online consente agli utenti di trovare utili risorse in materia legale su Internet, magari risposte a domande poste dagli internauti, come accade nella sezione “Chiedi ad un Avvocato” su Avvocloud. Pertanto, se hai un problema legale da risolvere, è probabile che tu ti rivolga ad internet in cerca di soluzioni, così come fai per tante altre esigenze che richiedono il reperimento di informazioni in tempi rapidi.

Informazione giuridica online: da usare con cura

Se è vero che l’informazione in materia legale circola su internet - così come accade per altre sfere del sapere - la fruizione della stessa da parte di un utente a digiuno di Diritto, che cerca online la soluzione ad un problema legale, deve avvenire “cum grano salis”.

Ogni situazione (che un avvocato chiama fattispecie) è diversa dall’altra e non è detto che tu riesca da solo a cogliere autonomamente quelle sfumature rilevanti e talvolta decisive da un punto di vista tecnico giuridico.

Devi infatti ricordare che ogni professione per essere bene esercitata richiede sacrificio, studio, preparazione, aggiornamento e specializzazione. La professione dell'Avvocato non fa' eccezione.

Quindi, così come è necessario andare dal Medico per un problema di salute e dal Commercialista per un dubbio di natura fiscale, se hai un problema legale dovrai rivolgerti all’Avvocato.

Mentre la disponibilità di informazioni in materia legale su internet, se di ottima qualità e provenienti da fonti qualificate, rende a te utente senza dubbio un buon servizio, consentendoti di orientarti in merito ad un caso legale di tuo interesse, è tuttavia improbabile che tu riesca ad inquadrare correttamente il tuo caso con le sole nozioni trovate online, per quanto giuste o affidabili esse siano.

Il Diritto è una materia complicata e le norme sono astratte: è possibile quindi che la soluzione che hai trovato online e che ti sembra adatta al tuo caso, in realtà non lo è magari per delle sfumature che rendono applicabili altre norme, dalle quali derivano conseguenze diverse o talvolta opposte rispetto alla soluzione auspicabile che avevi trovato tramite una ricerca su internet.

Per questi motivi, gli avvocati online che rispondono alle domande degli utenti nella sezione “Chiedi ad un Avvocato” su Avvocloud specificano sempre una cosa: un conto è dare un’indicazione sulla base di ciò che l’utente racconta in base al suo personale e atecnico punto di vista, ben altro è un parere reso da un avvocato che ha esaminato tutti i documenti che riguardano il caso in questione, e può quindi dare la sua interpretazione ponderata.

Facciamo un esempio: quante volte ti è capitato di avere un malessere, di cercare quel sintomo su internet e vederlo collegato a patologie stranissime (talvolta anche piuttosto gravi), quando poi il Medico che ti ha visitato ha fatto tutt’altra diagnosi?

Avvocati online ai tempi del coronavirus

La riflessione sul rapporto tra avvocati ed internet è quanto mai attuale, visto che l'emergenza Covid-19 ha accentuato la funzione di oracolo riconosciuta ad Internet, a cui gli internauti si rivolgono alla ricerca di informazioni su praticamente tutto: anche in materia legale.

Con la pandemia da Covid-19 e le conseguenti restrizioni volte a limitare il contagio da coronavirus, ci si è resi conto da una parte che le distanze “fisiche” possono essere superate con l’aiuto di internet: cosa questa già nota, ma che risponde adesso ad una irrinunciabile esigenza per molti professionisti.

Il fatto poi che il coronavirus abbia determinato una emergenza anche giuridica, oltre che sanitaria, ha fatto crescere sensibilmente la domanda di informazione in materia legale, da soddisfare prevalentemente online.

Le domande pervenute dagli utenti di Avvocloud hanno infatti riguardato i problemi legati all’interpretazione delle misure di contenimento del coronavirus, alle difficoltà e talvolta all’impossibilità di far fronte ad impegni contrattuali pregressi, ecc...

Perché scegliere un Avvocato online?

Ci sono almeno quattro buoni motivi per affidarsi ad un avvocato trovato online.

1 - Responsabilità e propensione all’aggiornamento professionale

Un avvocato che sceglie di condividere le proprie competenze su Internet facendo informazione giuridica online e condividendo la propria esperienza e preparazione, ad esempio rispondendo pubblicamente ad una domanda di un utente come accade su Avvocloud, sceglie anche di “metterci la faccia”, di esporsi. Difficile, o molto pericoloso, farlo senza essere davvero sicuri delle proprie competenze.

Inoltre, la propensione ad utilizzare nuovi strumenti e linguaggi, come quello del web, può essere indicativa anche della positiva attitudine ad aggiornarsi professionalmente anche nella materia che ci appartiene, cioè il Diritto, come la professione forense richiede.

Ciò non vuol dire che gli Avvocati che ritengono di rimanere su metodi tradizionali non abbiano lo stesso grado di preparazione. Con ciò intendo che comparire sul web non corrisponde automaticamente a superficialità e non farlo a serietà.

2 -Trasparenza

Chi sceglie di essere presente online spesso lo fa attraverso diversi canali (blog di Avvocloud, social network, sito internet personale, ecc…). Sarà quindi per te possibile farti un’idea non solo sulla preparazione del Legale, ma anche sulla sua coerenza e sul suo modo di svolgere la professione.

Insomma, non è troppo diverso da un primo colloquio nello studio dell’avvocato, che poi comunque avrai la possibilità di fare. La differenza sta forse nel fatto che un avvocato che coltiva sapientemente la propria presenza online ha modo di offrire ai potenziali nuovi clienti molti più dati sulla propria competenza ancor prima che questi lo incontrino.

Considera che anche nel caso di un Avvocato suggerito con metodi più tradizionali (ad esempio il passaparola di un amico oppure perché si tratta di un Legale noto nella tua zona) la prima impressione sicuramente conta, ma rappresenta solo il primo passo verso la costruzione di un rapporto di fiducia con il professionista, fondamentale per la soddisfazione del Cliente e per la gestione corretta della pratica.

3 -Disponibilità di feedback

In alcuni casi è possibile leggere online l’opinione di chi si è già avvalso delle prestazioni dell’Avvocato che hai trovato su internet e che stai valutando, e quindi ricevere un feedback affidabile come il passaparola di un amico.

Certo, non voglio paragonare l’opinione di uno sconosciuto trovato online a quella di una persona fidata, ma rimane comunque il fatto che il Diritto è molto vasto e che all’interno di una stessa branca ci sono diverse specializzazioni.

Ad esempio l’Avvocato civilista che si occupa di Diritto di Famiglia avrà delle competenze diverse da un avvocato esperto di recupero crediti e esecuzioni. Eppure sono entrambi Avvocati civilisti.

Quindi non è detto che l’Avvocato a cui si è rivolto il tuo amico si occupi della materia che a te interessa, mentre se trovi un Avvocato online esperto nel ramo in cui si colloca il tuo problema l’opinione di chi è già suo cliente assume un valore importante, e talvolta maggiore della prima, che in astratto riterresti più affidabile.

4 - Adesione agli stessi standard professionali e deontologici

Tutti gli Avvocati appartengono ad un Ordine e sono iscritti ad un Albo professionale.

Ciò impone loro una serie di obblighi, fra cui anche quello di formazione continua che viene adempiuto partecipando a convegni formativi che attribuiscono un determinato numero di crediti. L’Avvocato, per essere in regola con gli obblighi formativi, deve raggiungere 60 crediti in un triennio, di cui almeno 9 in materia obbligatoria (fra cui spicca deontologia, oltre ad ordinamento e previdenza forense), e un minimo di 15 crediti in un anno.

L’inadempimento costituisce illecito deontologico.

In punto di deontologia, poi, questa prevede per l'avvocato tutta una serie di comportamenti improntati alla buona fede e correttezza che il Legale è tenuto ad avere nei confronti in primis del Cliente, la cui difesa è il fulcro attorno a cui ruota la sua attività, poi degli altri Colleghi, del Giudice e della controparte.

L'avvocato deve infine tenere un atteggiamento decoroso e rispettoso della categoria professionale a cui appartiene.

Perché ti dico tutto questo? Perché qualsiasi Avvocato, abbia esso o meno un sito internet o una pagina Facebook o sia iscritto su piattaforme come AvvoCloud, è tenuto a conformarvisi.

Questo perché il Legale svolge un’importante funzione per consentire a tutti i cittadini l’esercizio del diritto di difesa, tutelato dall’articolo 24 della nostra Costituzione.

L’effettiva iscrizione all’Albo di un avvocato è facilmente verificabile anche online, sul sito dell’Ordine degli Avvocati del Foro al quale il professionista appartiene oppure, su base nazionale, sul sito del Consiglio Nazionale Forense (CNF).

Conclusioni

In conclusione, spero di aver efficacemente sintetizzato le ragioni di carattere generale a favore della scelta di un avvocato online, così come le cose che devi tenere presente quando cerchi informazioni su un caso legale di tuo interesse su Internet.


Creative Commons License
Caterina Martino


Avvocato civilista a Firenze. Mi occupo prevalentemente di Diritto di Famiglia, Diritto del Lavoro e Diritto Agroalimentare.
Il mio profilo su Avvocloud
I miei articoli sul blog
Contatto email

Ultimi articoli

Cerca Avvocato



Cerca l'avvocato: tramite lo strumento di ricerca avvocato trovi rapidamente l'avvocato adatto al tuo caso legale.


Chiedi ad un Avvocato



Chiedi ad un Avvocato: gli avvocati rispondono alle domande degli utenti nella apposita sezione. Pubblica la tua domanda.

Vedi Domande su COVID-19


Domande recenti

Ho ricevuto uno o più fogli di via. Potrò in futuro chiedere il permesso di soggiorno? (0 risposte)
3 giorni fa
Buonasera, vorrei fare una domanda: se una persona ha ottenuto più di un"foglio di via" (obbligo di ritorno al proprio paese di origine), per cause non gravi, può comunque, in...

Partecipazione disabile al procedimento penale (1 risposta)
3 giorni fa
Buongiorno volevo chiedere: io sono disabile al 100 per 100 con accompagno, volevo sapere se dovessi essere coinvolto in un procedimento penale, non potendo camminare (sono...

Pensione di reversibilità non elargita (0 risposte)
3 settimane fa
Gentili Avvocati, ho un quesito da proporvi che interessa l'ambito della pensione di reversibilità.Ho perso la madre nel 2011, quando avevo 17 anni. Dopo il diploma, mi iscrissi...

Subentro nel contratto di locazione per acquisto immobile (1 risposta)
4 settimane fa
Buongiorno, ho acquistato, con la consorte in comunione dei beni, un immobile, già locato ad uso abitativo, il 10.9.2019. L'inquilino era stato da me informato, attraverso...

Sospetto furto chiavi da parte di condomini (1 risposta)
5 settimane fa
Buongiorno tempo fa' un mio familiare ha smarrito delle chiavi verosimilmente lasciate per errore sulla porta d'ingresso e verosimilmente sono state prese da qualcuno. Le...
Questo sito utilizza cookies necessari al suo funzionamento come descritto nella COOKIE POLICY.
Chiudendo il banner o continuando la navigazione accetti l'uso dei cookies.