Diritto del Lavoro

Gli avvocati rispondono online alle tue domande

Lavoro come commessa e mi è stato proposto un trasferimento in una sede lontana. Se non accetto il trasferimento, sarebbe legittimo il mio licenziamento?

Gent. mi sigg. Avvocati,

sono assunta dall'08/06/2012 in un'azienda come commessa con contratto del commercio 4 livello.

In data 05/06/2020, a causa della chiusura del punto vendita in cui ho finora lavorato, fissata per il 10/06/2020, ho ricevuto dall'azienda una comunicazione via mail che anticipa il contenuto di una raccomandata che mi verrà inviata a breve, con oggetto: Trasferimento sede di lavoro.

In tale mail mi si propone il trasferimento presso un punto vendita di una città distante circa 350 km, alle medesime condizioni contrattuali ed economiche in essere. Dovrei trasferirmi e prendere servizio già il giorno 19/06/2020, dunque con un preavviso brevissimo.

Chiedo dunque:

  • In primo luogo, essendo io una dipendente con il 4° livello, mansione di commessa, è legittimo che mi chiedano un trasferimento per una sede così lontana?
  • Nel caso in cui non accettassi il trasferimento, sarebbe legittimo il mio licenziamento?
  • Qualora fossi io a non accettare il trasferimento e a licenziarmi, avrei diritto a percepire la Naspi?
  • Le eventuali spese di  trasferimento, alloggio e quant'altro, sarebbero tutte a mio carico?
  • Infine: avrei forse diritto ad una indennità per ogni giorno di lavoro svolto lontano dalla mia residenza?

Ringraziando anticipatamente, auguro buona giornata.

Sonia

Categoria: Diritto del Lavoro 1 anno fa
sonia
Richiesta 1 anno fa
sonia

Gentile signora Sonia,

con riferimento ai suoi quesiti:

  • il trasferimento può essere disposto esclusivamente in presenza di ragioni organizzative, produttive o tecniche. Il suo inquadramento contrattuale non ha rilievo in relazione al trasferimento. Tali ragioni vanno indicate per iscritto nella comunicazione di trasferimento e devono effettivamente sussistere;
  • se il trasferimento si fonda su una di queste ragioni e le stesse sussistono, il suo rifiuto può legittimare l'azienda a licenziarla;
  • la Naspi le spetta solo se si dimette per giusta causa o viene licenziata dall'azienda;
  • eventuali indennità correlate allo spostamento possono sussistere solo se previste nel suo contratto individuale o dal CCNL applicato al suo rapporto di lavoro.

Sono a sua disposizione se le occorresse ulteriore assistenza per approfondire la problematica.

Consiglierei comunque di appoggiarsi ad un legale per avviare un confronto con l'azienda e valutare anche l'eventualità di una risoluzione consensuale del rapporto o altra soluzione che le consenta di ottenere un ristoro economico ove decidesse di rifiutare il trasferimento.

Un cordiale saluto.


Avv. Valeria Pietra
Avvocato Civilista a Pavia
Il mio profilo su Avvocloud

Valeria Pietra
Risposta 1 anno fa
Valeria Pietra

Non ci sono altri punti vendita più vicini? perchè se il trasferimento a 350 km  non è l'unica soluzione per non licenziarla e può continuare a lavorare in altro punto vendita nel raggio di 50-70 km dal precedente bisogna impugnare il trasferimento. Ha 60 giorni dalla notifica per impugnare il trasferimento con missiva e poi 180 giorni per la proposizione della vertenza in Tribunale. sfumati questi due termini, il trasferimento anche se illegittimo resta definitivo.


Avv. Alessandro Benvegnù
Avvocato Civilista a Torino
Il mio profilo su Avvocloud

Alessandro Benvegnu'
Risposta 1 anno fa
Alessandro Benvegnu'

Gent.ma sig.ra Sonia, 

è necessario valutare quanto indicato nel contratto collettivo nazionale di sua appartenenza, e se il trasferimento è supportato da valide ragioni organizzative dell'azienda, nonché se non ci sono alternative al suo collocamento nella destinazione che le hanno preannunciato.

E' opportuno che si rivolga rapidamente ad un legale affinché venga valutata con attenzione la sua situazione, anche al fine di giungere ad un accordo.

Da quello che mi pare di capire lei potrebbe essere propensa al trasferimento, e questo potrebbe essere un motivo per chiedere all'azienda una maggiore retribuzione, o alcuni benefit. 

Rimango a sua disposizione. 

Cordiali saluti 


Avv. Matteo Politi
Avvocato Civilista a Pietrasanta
Il mio profilo su Avvocloud

Matteo Politi
Risposta 1 anno fa
Matteo Politi

Prima di andare via...

Dall'inizio dell'emergenza Covid prestiamo un servizio di informazione legale, sperando di risultare utili e almeno alleviare il disagio che l'emergenza sta causando a tante persone. Facciamo il nostro meglio.

Ti chiediamo una cosa: se hai trovato utile questa risposta, condividila sui social tramite i tasti che trovi a sinistra. Aiuteresti altri utenti alla ricerca delle stesse informazioni, e ci daresti una mano a far conoscere la nostra iniziativa.

Contiamo sulla tua collaborazione!

Registrati o effettua il login per rispondere a questa domanda.  Clicca qui per entrare

Domande recenti

Successione e cessione quote di proprietà di un appartamento a fratelli (1 risposta)
4 settimane fa
Buongiorno, siamo tre fratelli proprietari di un appartamento; mia sorella ha rinunciato alla sua quota ed è subentrata la figlia.Io che non ho figli e voglio rinunciare alla...

Compenso avvocato per transazione bancaria (0 risposte)
5 settimane fa
Buongiorno, vorrei sapere se è possibile che esista un tabellario dal quale si evince il compenso per un avvocato specializzato in materia bancaria e finanziaria che si sta...

Blocco dei licenziamenti, dimissioni volontarie e preavviso (0 risposte)
6 settimane fa
Buongiorno, avrei intenzione di licenziarmi (ho un contratto di lavoro a tempo indeterminato 4 livello metalmeccanici) con regolare lettera di dimissioni on-line ma di non...

Diritto residenza casa paterna dopo divisione eredità (1 risposta)
1 mese fa
Buongiorno,purtroppo tre anni fa è deceduto mio padre e la casa paterna in cui vivo con mia madre è stata divisa in eredità in cinque parti, di cui una è mia.Volevo sapere se le...

Come dividere tra gli eredi le spese legali per una causa persa? (1 risposta)
1 mese fa
Gentile Avv,un vicino di casa ha vinto una causa nei miei confronti per una servitù di passaggio su un terreno di mia proprietà e di altri 10 eredi.La causa è stata intentata...
Successione e cessione quote di proprietà di un appartamento a fratelli (1 risposta)
4 settimane fa
Buongiorno, siamo tre fratelli proprietari di un appartamento; mia sorella ha rinunciato alla sua quota ed è subentrata la figlia.Io che non ho figli e voglio rinunciare alla...

Compenso avvocato per transazione bancaria (0 risposte)
5 settimane fa
Buongiorno, vorrei sapere se è possibile che esista un tabellario dal quale si evince il compenso per un avvocato specializzato in materia bancaria e finanziaria che si sta...

Blocco dei licenziamenti, dimissioni volontarie e preavviso (0 risposte)
6 settimane fa
Buongiorno, avrei intenzione di licenziarmi (ho un contratto di lavoro a tempo indeterminato 4 livello metalmeccanici) con regolare lettera di dimissioni on-line ma di non...

Diritto residenza casa paterna dopo divisione eredità (1 risposta)
1 mese fa
Buongiorno,purtroppo tre anni fa è deceduto mio padre e la casa paterna in cui vivo con mia madre è stata divisa in eredità in cinque parti, di cui una è mia.Volevo sapere se le...

Come dividere tra gli eredi le spese legali per una causa persa? (1 risposta)
1 mese fa
Gentile Avv,un vicino di casa ha vinto una causa nei miei confronti per una servitù di passaggio su un terreno di mia proprietà e di altri 10 eredi.La causa è stata intentata...
Questo sito utilizza cookies necessari al suo funzionamento come descritto nella COOKIE POLICY.
Chiudendo il banner o continuando la navigazione accetti l'uso dei cookies.