Che Differenza C'è Tra Disoccupato e Inoccupato?

Buongiorno,
volevo sapere che differenza c'è tra disoccupato e inoccupato.

Grazie.



Categoria: Diritto del Lavoro

Risposte (1)

Lo stato di disoccupazione

La definizione di stato di disoccupazione è fornita dal decreto legislativo n° 297 del 2002 come:

" la condizione del soggetto privo di lavoro, che sia immediatamente disponibile allo svolgimento ed alla ricerca di una attivita' lavorativa secondo modalita' definite con i servizi competenti; "

Il decreto legislativo n° 150 del 2015 conferma:

"Sono considerati disoccupati i lavoratori privi di impiego che dichiarano, in forma telematica, al portale nazionale delle politiche del lavoro [...] la propria immediata disponibilita' allo svolgimento di attivita' lavorativa ed alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro concordate con il centro per l'impiego. "

La differenza tra inoccupato e disoccupato sta nel fatto che il secondo, a differenza del primo, aveva un lavoro (ovviamente in regola e non lavoro in nero) e lo ha perso: non rileva che abbia dato le dimissioni oppure sia stato licenziato (su questo però vedi oltre) e non è prevista una durata minima del rapporto di lavoro per potersi considerare disoccupato una volta che il rapporto di lavoro si interrompe.

In realtà, è possibile essere considerati disoccupati anche se si sta lavorando, come previsto dall'articolo 4 comma 15-quater del Decreto Legge n° 4 del 2019, con un reddito inferiore a € 8145, nel caso di lavoro subordinato, e a € 4800 nel caso di lavoro autonomo.

In ogni caso, un requisito fondamentale per lo stato di disoccupazione è che si sia alla ricerca di una attività lavorativa ed è necessario a tal fine aver presentato la Dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro, nota come DID: è possibile adempiere a questo requisito attraverso il portale dell'Associazione Nazionale Politiche Attive del Lavoro ANPAL;

Stato di disoccupazione e richiesta della NASPI

Normalmente lo stato di disoccupazione occorre per poi chiedere la Naspi (indennità di disoccupazione) e, in tal caso, per aver diritto alla Naspi, si aggiungono ulteriori condizioni:

  1. lo stato di disoccupazione deve essere involontario e non determinato da proprie dimissioni;
  2. lo stato di disoccupazione va confermato in seguito alla presentazione della DID attraverso la stipula di un patto di servizio personalizzato presso un centro per l'impiego.

Chi è l'inoccupato?

A differenza del disoccupato, che aveva un lavoro e lo ha perso, l'inoccupato non ha mai svolto un'attività lavorativa in precedenza ed è alla ricerca del primo impiego, avendo effettuato l'iscrizione al centro per l'impiego da 12 mesi, o 6 mesi nel caso di soggetti giovani.



Risposta

Vincenzo Lalli

Vincenzo Lalli

Amministratore
Contatti


Chiedi ad un Avvocato

COME PUBBLICARE UNA DOMANDA?

Registrati o effettua il login per rispondere a questa domanda.  Clicca qui per entrare