Diritto Immobiliare

Gli avvocati rispondono alle tue domande

Rogito rimandato causa Covid e morte del venditore

Buongiorno,

abbiamo presentato una proposta irrevocabile d'acquisto di un  immobile a Novembre 2019, in cui ci impegnavamo a fissare una data per il rogito entro il 30/03/2020, vincolato all'ottenimento del mutuo.Abbiamo ottenuto il mutuo a Febbraio 2020 ed eravamo pronti a fissare la data ma è purtroppo intervenuto il lockdown Covid-19 (il venditore risiede in un'altra Regione).

Abbiamo quindi concordato (con scrittura  privata) di rinviare il rogito al 15 giugno, ma nel frattempo il venditore è deceduto. Ad oggi l'erede è ancora in attesa di completare la successione, quindi il rogito dovrà slittare ancora (non abbiamo nessuna data certa).

È possibile a questo punto recedere dalla proposta d'acquisto?

Oppure chiedere di ridurre il prezzo pattuito a Novembre tenendo conto dei mesi di affitto che abbiamo pagato e dovremo pagare ancora per chissà quanti mesi?

Siamo fortunati che il nostro attuale proprietario ci consente di rimanere nonostante la disdetta data a Novembre.

Grazie per la risposta. Apprezzo molto il lavoro che fate in questo sito.

Cordiali saluti

Categoria: Proprietà Immobiliare 4 mesi fa
Daniela
Richiesta 4 mesi fa
Daniela

Se hai trovato utile questa discussione, condividila: le informazioni qui condivise dai nostri avvocati saranno utili a tanti altri utenti.

Gent.ma Daniela,

la sua richiesta è particolarmente complessa e può dare adito a diverse soluzioni, come da Lei già parzialmente indicate, le quali però vanno verificate nei fatti e tempi.

Per la successione, i tempi possono esserLe indicati così che Lei possa avere una data e valutare come meglio procedere, il che si riallaccia alla possibilità di rimandare il rogito oppure di chiedere la risoluzione.

Le anticipo che allo stato attuale non ci sono pronunce giudiziali rispetto a Covid-19 per i ritardi, però mi pare che il suo ritardo dovuto al decesso vada inquadrato in un ritardo "normale" dovuto purtroppo alla disgrazia, pertanto si potrebbe trovare un accordo anche in merito alla consegna anticipata dell'immobile rispetto al rogito, essendo lo stesso necessariamente vuoto.

Come vede, a seconda della risposta data degli eredi, si possono trovare diverse soluzioni, compresa quella di trovare un accordo sul pagamento di un affitto e consegna dell'immobile, ovvero risoluzione, che trovo essere però la meno indicata, rispetto alle Sue esigenze.

Le indico un mio vademecum su Covid-19 e rogito.


Avv. Federica Rosa
Avvocato Civilista a Modena
Il mio profilo su Avvocloud

Federica Rosa
Risposta 4 mesi fa
Federica Rosa

Domicilio e residenza.

Molte domande pervenute dagli utenti hanno riguardato gli spostamenti e i cambi di domicilio e residenza durante l'emergenza Covid-19 Abbiamo cercato di riassumere con una domanda, e relativa risposta, i punti che sono emersi più di frequente e a cui gli avvocati hanno risposto.

Vai alla domanda
Registrati o effettua il login per rispondere a questa domanda.  Clicca qui per entrare

Domande recenti

Ritardo rogito covid19; ottenimento del mutuo e forza maggiore (2 risposte)
5 mesi fa
Buonasera,  nel mese di ottobre ho firmato un preliminare di acquisto case ( in costruzione)  Il rogito era previsto , riporto esattamente quello scritto nel compromesso :  “...

Rogito e trasloco Covid-19 (3 risposte)
5 mesi fa
Buonasera,avrei bisogno di un chiarimento in merito alle misure restrittive vigenti causa CoronaVirus. Mi trovo nella condizione di dover effettuare un trasloco da un comune...

Rinvio del rogito causa Covid-19 e penali (3 risposte)
5 mesi fa
Buongiorno,  a novembre 2019, ho stipulato un contratto di vendita del mio appartamento a Milano con clausola di effettuare il rogito entro il 30 giugno 2020 , attraverso...

Richiesta prolungamento contratto di locazione causa slittamento acquisto nuova casa (3 risposte)
5 mesi fa
Buon giorno,  sto acquistando casa (prima casa con preliminare di vendita già firmato). Causa emergenza COVID-19, i lavori nella nuova casa sono bloccati e ne consegue che il...

Fallimento del datore di lavoro e indennità disoccupazione (2 risposte)
5 mesi fa
Buongiorno in data 5/06 2019 la ditta dove lavoravo è fallita e il curatore fallimentare mi ha licenziato tramite lettera raccomandata il 9/12 2019 . Ho subito fatto richiesta...
Questo sito utilizza cookies necessari al suo funzionamento come descritto nella COOKIE POLICY.
Chiudendo il banner o continuando la navigazione accetti l'uso dei cookies.